Leggende

Fra’ Pacifico e un sogno sempre attuale!

Esiste qualcuno al mondo che non pensa a come spendere le ipotetiche valanghe di soldi vinte a qualche lotteria? Be, se esiste io non sono di quelli! Ma la via a quanto pare è dura e Fra’ Pacifico non esiste più da un bel po’ per cui, poveri noi sognatori, ci toccherà continuare a sperare a vita (che poi la speranza è l’ultima a morire per cui tanto vale farlo!)

La storia di Fra’ Pacifico però è davvero carina e merita di essere raccontata per cui….eccola qui!

Era il 1831 e nel convento dei Cappuccini di via Veneto (passate al museo, se avete la possibilità…resterete “senza fiato” 🙂 ) viveva questo frate che spingeva i fedeli a confessarsi presso di lui in cambio di qualche numero del lotto, gestito allora dalla Chiesa.

Le sempre più frequenti vincite al lotto grazie ai numeri suggeriti da Fra’ Pacifico diventarono rapidamente motivo di preoccupazione per il papa, Gregorio XVI, che decise di cacciare il frate da Roma.

I fedeli, saputo il provvedimento, cercarono in ogni modo di ostacolare la partenza del frate che, commosso, decise di dare un ultimo aiuto alla cittadinanza senza dire direttamente dei numeri ma, al contrario, suggerendoli con
questo componimento:

14446431_1279945218682146_1096401888_o“Roma se santa sei, perchè crudel se’ tanta! Se dici che se’ santa certo bugiarda sei!” 

Intuito il consiglio in molti si precipitarono a giocare la cinquina suggerita (66, 70, 16, 60, 6) sbancando il lotto pontificio che si trovò a dover versare ben 300.000 scudi ai fedeli di Fra’ Pacifico!

TIE’!!! 🙂

Se volete conoscere la storia dei Cappuccini e vedere un museo decisamente fuori dal consueto, vi consiglio vivamente il Museo e la Cripta dei Cappuccini di via Veneto, vi lascio il link qui!!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *