Di Tutto e Di Più

5 capolavori dei Musei Vaticani

Entrare nei Musei Vaticani richiede preparazione. Dovrete essere pronti ad immergervi nella bellezza più limpida, nella creatività più geniale e a commuovervi di fronte ad opere di inestimabile valore.

Tra gli innumerevoli capolavori ospitati nei Musei Vaticani ve ne segnalo cinque assolutamente da non perdere!

LA CAPPELLA SISTINA: LA VOLTA E IL GIUDIZIO UNIVERSALE

Esiste capolavoro al mondo più spettacolare della Cappella Sistina? Io non credo.

«Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un’idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere.»

È conosciuta in tutto il mondo sia per essere il luogo nel quale si tengono il conclave e altre cerimonie ufficiali del papa, sia per essere decorata da opere d’arte tra più le più conosciute e celebrate della civiltà artistica occidentale, tra le quali spiccano i celeberrimi affreschi di Michelangelo, che ricoprono la volta (1508-1512 circa) e la parete di fondo, il Giudizio universale, posto sopra l’altare (1535-1541 circa).

LA SCUOLA DI ATENE

L’affresco (770×500 cm circa) di Raffaello Sanzio, databile al 1509-1511 è situato nella Stanza della Segnatura, una delle quattro “Stanze Vaticane”, poste all’interno dei Palazzi Apostolici: rappresenta una delle opere pittoriche più rilevanti dello Stato della Città del Vaticano,

La Scuola di Atene, nelle stanze di Raffaello

IL LAOCOONTE

Con i suoi 2,42 metri di altezza, il gruppo scultoreo di Laocoonte e i suoi figli è una scultura ellenistica della scuola rodia, in marmo conservata nel Museo Pio-Clementino dei Musei Vaticani. Raffigura il famoso episodio narrato nell’Eneide che mostra il sacerdote troiano Laocoonte e i suoi figli assaliti da serpenti marini. L’opera è probabilmente una copia romana della versione originale in bronzo.

Il Laocoonte

LA GALLERIA DELLE CARTE GEOGRAFICHE

Con i suoi 120 metri di lunghezza la Galleria è un’eccezionale rappresentazione cartografica delle regioni d’Italia, realizzata tra il 1580 e il 1585. E’  una testimonianza preziosa delle cognizioni geografiche e dello stato dei luoghi in quell’epoca.

La Galleria delle Carte Geografiche

LA DEPOSIZIONE DI CARAVAGGIO

La Deposizione è considerata uno dei massimi capolavori del Caravaggio, fu commissionata da Girolamo Vittrice per la cappella di famiglia in S. Maria in Vallicella (Chiesa Nuova) a Roma. Qui Caravaggio non raffigura in realtà il Seppellimento, né la Deposizione nel modo tradizionale, bensì quando il Cristo, alla presenza delle pie donne, viene adagiato da Nicodemo e Giovanni sulla Pietra dell’Unzione, la pietra tombale con cui verrà chiuso il sepolcro

La Deposizione, Caravaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *